Il libro di Salvatore Buellis

Il libro di Salvatore Buellis “Viaggio nella Storia del Cinema”

Il libro di Salvatore Buellis esplora cento anni di storia cinematografica a livello internazionale.

Il libro di Salvatore Buellis prende in considerazione cento anni di cinema, analizzando sia la storia cinematografica europea e americana che quella asiatica e mediorientale. Inizia la sua analisi partendo dal secondo dopoguerra, periodo durante il quale gli artisti stravolgono il modo di fare cinema. Si dice addio alla vecchia Hollywood dei divi, il cinema diventa reale.

Il New Cinema è il cinema reale. I primi registi ad affacciarsi a questa nuova realtà sono Francis Ford Coppola, George Lucas, Stanley Kubrick e Martin Scorsese. Personaggi tutti al di fuori degli schemi, sia sociali che artistici. Furono dei grandi sperimentatori in termini di riprese e di narrazione. Sconvolsero gli spettatori con film rivoluzionari.

Il paese che introdusse un nuovo modo di fare cinema fu la Francia con il Nuovelle Vague. Nasce intorno agli anni ’60 e porta sugli schermi una narrazione più introspettiva e d’autore.

In seguito a questo periodo, verso la fine degli anni ’70 inizia l’epoca dei Blockbuster.  I film venivano distribuiti agli spettatori sotto forma di videocassette reperibili in diversi punti vendita nelle principali città americane. Questi film potevano essere affittati per dei tempi determinati in modo da poterli vedere comodamente a casa sul divano. Negli anni successivi il cinema diventa sinonimo di intrattenimento, in questo ambito nascono i capolavori fantasy come quelli ideati da Steven Spielberg.

Il libro di Salvatore Buellis & il cinema digitale.

L’evoluzione cinematografica passa da un periodo in cui le riprese venivano fatte nella maniera più verosimile possibile all’introduzione dell’informatica. Di fatto gli anni ’80 segnano il cambiamento e la congiunzione di questi due mondi. Le immagini virtuali fanno breccia nel mondo cinematografico creando nuovi racconti e possibilità di produzione. Il primo film interamente digitale, creato al computer, fu Toy Story – Il mondo dei giocatoli nel 1995.

Il libro di Salvatore Buellis nasce dalla passione per il cinema del dottore commercialista iscritto all’albo di Roma.